Additivo AdBlue per motori diesel | Point S

Additivo AdBlue per motori diesel

Adblue_grande1630506612.jpg

Nelle prossime righe parleremo di Def - Diesel exaust fluid, l’additivo anche chiamato AdBlue, indispensabile per i motori diesel per essere a norma con le leggi antinquinamento.

Questo additivo serve alle vetture diesel dotate di catalizzatore Scr - Selective catalyst reduction, ad abbattere le emissioni di azoto. La legge prevede che una volta esaurito l’AdBlue non si possa riavviare il motore in quanto contravverremmo alle normative antinquinamento. Per questo è importante rabboccarlo a seconda della necessità o quando segnalato sul cruscotto dei veicoli di ultima generazione.
 

DOVE ACQUISTARE ADBLUE

L’additivo AdBlue è acquistabile online, nei supermercati, nei negozi dedicati e, ovviamente, presso la propria officina di fiducia.

Il rabbocco può essere effettuato in autonomia utilizzando un apposito mescitore da avvitare alla tanica e al bocchettone del serbatoio o tramite pompe dedicate presenti in molte stazioni di rifornimento soprattutto lungo le autostrade. Come scegliere l’additivo giusto? Come essere certi che si stia acquistando un buon prodotto?

Ci sono due tipologie di produzione di AdBlue ma solo una delle due garantisce il buon funzionamento del veicolo a lungo termine.
 

COME VIENE PRODOTTO L’ADBLUE

La produzione di sintesi (hot melt urea) da impianto dedicato è l’unica in grado di garantire le prestazioni continuative del sistema Scr, in quanto i prodotti ottenuti da scioglimento sono rischiosi e non garantiscono l’efficienza dell’impianto AdBlue.

L'AdBlue può essere prodotto con due diverse tipologie:

  1. Produzione di sintesi direttamente dal processo di produzione dell'ammoniaca/urea;
  2. Produzione per dissoluzione di urea tecnica in acqua demineralizzata.

Il secondo metodo, la produzione per dissoluzione dell’additivo, è quello che comporta il maggiore rischio di ottenere un prodotto fuori norma o con la presenza di impurità.

L'AdBlue derivato da produzione di sintesi è il più puro, questo metodo garantisce un l'azzeramento del rischio di contaminazione e un prodotto che risponde in pieno alle richieste normative. Il vantaggio della produzione di sintesi sta nel fatto che l'urea pura viene trasformata direttamente in AdBlue durante il processo di produzione rimanendo sempre allo stato liquido e senza aggiunta di sostanze né rischi di contaminazione.

Nella produzione per dissoluzione, invece, l'urea utilizzata è quella che viene solidificata. Si tratta quindi di urea a cui vengono aggiunte sostanze (anti impaccanti) per facilitarne la conservazione e manipolazione e che successivamente viene dissolta in acqua.

Gli additivi utilizzati nella fase di solidificazione o le sostanze usate per la conservazione possono portare l'AdBlue fuori dai requisiti di purezza prescritti.

In aggiunta, non tutta l'urea in commercio può essere utilizzata per produrre AdBlue, ma solo quella con determinate caratteristiche chimiche, la cosiddetta urea tecnica che rappresenta però una parte esigua della produzione mondiale di urea (in quanto la gran parte dell'urea prodotta al mondo è usata come fertilizzante).

L'utilizzo di un'urea con caratteristiche non corrette potrebbe portare a una soluzione che potrebbe danneggiare in modo irreversibile il catalizzatore delle vetture.

 

COME SCEGLIERE L’ADBLUE

I sistemi Scr sono molto sensibili alla qualità dell’AdBlue utilizzato. È dunque importante che l’AdBlue rispetti le norme e non sia contaminato durante il trasporto, la manipolazione o la conservazione.

Un aspetto importante da considerare è che i danni che possono derivare da un AdBlue che contiene calcio o altri metalli non sono visibili nell’immediato ma si manifestano dopo un certo tempo e, anche, dopo molti chilometri. L'eccessiva presenza di calcio con i relativi depositi di calcare, ad esempio, finirà per intasare gli iniettori e danneggiare il catalizzatore dopo alcune migliaia di chilometri.

L’AdBlue prodotto da impianti di scioglimento presenta senz’altro minori costi di logistica ma è un additivo decisamente a rischio e i danni causati dallo stesso non vengono riconosciuti in garanzia dalle case automobilistiche.

Il solo utilizzo di AdBlue di sintesi garantisce all’intero circuito dell’AdBlue un arco di vita analogo a quello delle restanti parti componenti il veicolo.

 

Tutti i centri Point S utilizzano l’AdBlue by BASF, un prodotto di sintesi ottenuto esclusivamente da impianti dedicati e completamente integrati.

L’AdBlue by BASF è il prodotto ufficiale autorizzato dalle principali case produttrici di veicoli industriali quali IVECO, MERCEDES, SCANIA, VOLVO, RENAULT e dai produttori di macchine agricole e movimento terra CATERPILLAR, CNH INDUSTRIAL, LANDINI, nonché dai produttori di autovetture MERCEDES, VOLKSWAGEN, BMW, MAZDA, GRUPPO PSA-OPEL, MAHINDRA, GRUPPO FCA.

 

Se hai dubbi al riguardo, contatta uno dei nostri centri Point S per una consulenza specializzata.

 

No stress with PointS
  • icon-chrono1509973987.png
    IMPEGNO 1

    Gli specialisti Point S ti aiuteranno a scegliere i migliori pneumatici per la tua vettura

  • icon-quality1509973987.png
    IMPEGNO 2

    Da Point S ci impegniamo a fornire un alto livello di servizio per i clienti in tutti i nostri punti vendita

  • icon-chrono1509973987.png
    IMPEGNO 3

    Troverai sempre servizi di alta qualità al miglior prezzo: la nostra Rete è la più competitiva in termini di prezzo sia per i nostri prodotti che per i nostri servizi

Loading...Please wait

Point S utilizza i cookies per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito. Se scegli di continuare la navigazione significa che accetti l'uso di cookies.

Clicca qui per saperne di più.

Continua